Fidejussione

 

La Fideiussione Assicurativa, la Fideiussione Finanziaria e la Fidejussione Bancaria sono contratti con il quale un soggetto terzo, denominato fideiussore, elargisce una garanzia di buona esecuzione o di adempimento contrattuale  stipulato tra due soggetti, chiamati contraente e beneficiario.

Queste tipologie di fideiussione sono in tutto e per  tutto un obbligo preso da un soggetto giuridico o non a tutela del regolare svolgimento del contratto oggetto della Fideiussione .

Le Fideiussioni Finanziarie e le Fideiussioni Assicurative si possono categorizzare in Fidejussioni sul Fare e Fidejussioni sul Dare. Le prime sono tutte quelle Fideiussioni che hanno per oggetto il fare qualcosa (ad es. opere di urbanizzazione) e quelle sul dare sono quelle che hanno per oggetto un impegno di dare qualcosa (ad es. a garanzia degli Affitti) .

Da specificare che la Fidejussione, essendo un contratto accessorio ad un obbligazione principale art. c.c. 1939 e art. 1945 c.c. (vedi contratto oggetto della fideiussione), fa di per se che le caratteristiche non siano peggiorative rispetto al contratto principale, che in caso di annullamento di tale contratto farà decadere anche la fideiussione .

In Italia, la Fidejussione è regolata dall’art. 1936 del Codice Civile che recita:

“…è fideiussore colui che, obbligandosi personalmente verso il creditore, garantisce l’adempimento di obbligazione altrui. La Fidejussione è efficace anche se il debitore non ne è a conoscenza…”

Le Fidejussioni dove sono previsti la rinuncia della preventiva escussione sono dette a prima chiamata in quanto viene fatta espressa rinuncia nelle norme contrattuali all’attuazione dell’art. 1944 C.C.

Una particolare attenzione viene data alle Fideiussioni Omnibus dove il fideiussore si obbliga a garantire sia nel presente che nel futuro i debiti contratti dal contraente ed è valida solo se viene stabilito un importo massimo garantito .

Le Fideiussioni possono essere emesse sia da compagnie di Assicurazioneregolarmente iscritte al ramo cauzioni dell’Ivass, dalle Banche o da società finanziarie regolarmente autorizzate da Banca d’Italia .

Le differenze principali tra la Fideiussione Assicurativa e la Fideiussione Bancaria, oltre alla tipologia dell’istituto che la emette, sono che nel primo caso non c’è l’obbligo di depositare su conto corrente somme di denaro vincolate e nel secondo caso sì. Inoltre, le Fidejussioni emesse da società di Assicurazione non impegnano gli affidamenti bancari e quindi lasciano la possibilità di poter operare più liberamente con i propri istituti bancari.