PROSPETTo

Si tratta della realizzazione di 13 villette a schiera, articolate in due fabbricati rispettivamente di 6 e 7 unità residenziali indipendenti, per una superficie utile lorda totale di oltre 1.500 metri quadrati. Oggi viene avviata la realizzazione delle prime sei unità a monte.

Ogni villetta si distribuisce su due piani rialzati rispetto al livello della strada privata e rispettivamente dedicati alle zone giorno e notte; vi si accede dalla scala ai cui lati sono previsti due posti auto per alloggio di cui uno coperto e l’altro protetto da un berceau. Il progetto delle due schiere e delle relative opere di urbanizzazione ha curato con particolare attenzione il loro inserimento ambientale e l’integrazione con il contesto esistente, proponendo, attraverso la scelta dei materiali di rivestimento e finitura esterni e dei cromatismi, quello che a tutti gli effetti deve risultare un completamento del borgo. Le villette si caratterizzano per la cura dei dettagli costruttivi ed architettonici e per il livello medio alto delle finiture. Anche le sistemazioni esterne delle pertinenze delle villette e delle aree che saranno destinate al verde pubblico (a monte ed a valle dell’intervento) sono state oggetto di particolare attenzione affinchè sappiano essere luoghi ideali per i momenti di ricreatività e socializzazione.

L’area in questione è posta a margine ed in continuità col tessuto storico del borgo di Caldana, presso la Scuola Elementare; l’esposizione completamente verso Sud la pone davanti ad un panorama di eccezionale valore paesaggistico, con il Poggio dell’etrusca Vetulonia in primo piano e la Campagna grossetana che si perde a vista d’occhio. Non è un caso che questo luogo sia conosciuto dai residenti come “il Giardino”: un declivio coperto da olivi, soleggiato per l’intera giornata, che si raggiunge arrivando dalla Vecchia Aurelia senza entrare nell’abitato (pur essendo direttamente collegato con il Centro storico).